Ieri sono tornato a casa molto tardi, come da programma accendo il PC, apro il browser e vorrei ascoltare il TG del La7, mentre leggo alcuni Blog. Non visualizzo niente… forse il mio router si è bloccato, riavvio, niente. Controllo la connessione rendendomi conto che internet e linea telefonica sono mute, sono “tagliato fuori”.
Subito contatto il mio provider e apro una Ticket per il guasto. Una sensazione molto strana quella provata ieri, non avere il collegamento a internet e qualcosa che mi ha turbato. Ieri mi sono reso conto che una dipendenza è brutta, qualsiasi essa sia. Mentre ero avvolto dai miei pensieri e del vuoto che gira in TV, ricevo un SMS dal provider in cui mi si comunica che entro 24 ore qualcuno di metterà in contatto con me. Pensando che ormai è sabato, durante il week-end i tecnici non lavorano se non per clienti business, mi rassegno a passare 48 senza internet. Ma il solito week-end “grigio Londra” non aiuta il progetto di un fine settimana “fuori porta”. Oggi alle 14:19 ricevo un ulteriore SMS in cui mi comunica che il guasto è stato risolto.
La celerità dei tecnici non aiuterà certamente la mia dipendenza. Ma sono davvero dipendente? Oppure internet è cosi fondamentale come l’energia elettrica e l’acqua corrente in casa? Si vive anche senza, ma…

***
Aggiornamento
I miei tempi su internet nel mese di Luglio (hh:mm) 559:06 con 70525MB a casa!